Il corpo delle incisioni di Fausto Lubelli abbraccia un lungo periodo della ricerca in cui l’artista salernitano ha sperimentato forme e spazialità dal microcosmo all’infinito, tendendo a congiungere l’espressività del frammento con l’affresco di un insieme. Nella lettura di questo percorso, il primo dato che viene incontro è la compiutezza estetica della linea, che l’artista traccia con lo scalpello e con il colore, profondamente conscio che nell’autonomia dell’incisione possa fin nell’immediato reperirsi, tutta intera, l’esperienza formale e quella cromatica. In questo, Lubelli utilizza appieno ogni gradazione di chiaroscuro, i grigi dilagano come ombre che si sovrappongono e non alludono soltanto al colore, ma lo rappresentano, come esso concettualmente possa formarsi nello spirito prima di acquisire una valenza segnica. (C. Caserta)

Ultime notizie


Articolo tratto da "la Repubblica" del 31 maggio 2021 intitolato : Un libro con le carte ad acquerello dell'artista - Il "Pulcinella" di Lubelli nato da una macchia di caffè

clicca sull'immagine per ingrandire


 

 

Urbanistica Fantastica Fausto Lubelli